Aiuti diretti alle micro, piccole e medie imprese per la promozione dei prodotti agricoli e alimentari

Scadenza: 31 Ottobre 2019
Il bando prevede la concessione di agevolazioni alle micro, piccole e medie imprese attive nella produzione agricola e alimentare per la partecipazione diretta alle manifestazioni fieristiche del settore per la promozione dei prodotti agro alimentari, svolte sia nel mercato interno dell’Unione Europea che nei Paesi terzi, maggiormente rappresentative.

I prodotti interessati dalle azioni sono i prodotti agricoli elencati nell’Allegato I del Trattato, ad eccezione dei prodotti della pesca e dell’acquacoltura, nonché i prodotti alimentari.

Le attività descritte devono essere svolte nel periodo che intercorre a partire dalla data indicata nell’avviso pubblico e sino al 30 giugno 2020.

BENEFICIARI DELL’INTERVENTO

a) Per quanto concerne i prodotti agricoli, sono beneficiarie della presente misura le microimprese, piccole e medie imprese (PMI) attive nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli, della trasformazione e della commercializzazione dei prodotti agricoli, come definite dall’art. 2 del Regolamento (UE) n. 702/2014.

b) Per quanto concerne i prodotti alimentari, sono beneficiarie della presente misura le PMI di trasformazione e commercializzazione dei prodotti alimentari ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 art. 2 comma 1 punto a.

I soggetti beneficiari devono risultare iscritti al Registro delle Imprese ed avere un’unità operativa in Sardegna.

SPESE AMMISSIBILI

Ai fini della partecipazione alle manifestazioni fieristiche sono ammissibili i seguenti costi:

  • le spese di iscrizione;
  • le spese per pubblicazioni e siti web che annunciano l’evento;
  • l’affitto dei locali e degli stand e i costi del loro montaggio e smontaggio;
  • le spese per l’acquisizione degli spazi espositivi;
  • le spese di allestimento funzionali alla partecipazione alla fiera, incluse le forniture idriche/elettriche, i servizi di assistenza, pulizia e vigilanza degli spazi espositivi.

L’IVA non è ammissibile agli aiuti, tranne l’IVA non recuperabile secondo la legislazione nazionale. Sono ammissibili soltanto le spese sostenute successivamente alla data di presentazione della domanda di aiuto.

INTENSITÀ DELL’AIUTO E MASSIMALI

L’intensità dell’aiuto copre il 100% dei costi ammissibili.

In conformità al regime di aiuti di cui alla D.G.R. 38/8 del 28.07.2015, limitatamente alle PMI di trasformazione e commercializzazione dei prodotti alimentari, le agevolazioni di cui al presente intervento verranno erogate in regime “de minimis” ai sensi del Regolamento (UE) n. 1407/2013 e pertanto non potranno superare euro 200.000 di contributo nell’arco di tre esercizi finanziari.

Il massimale di aiuto per progetto è pari a euro 25.000, dato dalla somma delle spese ammissibili di cui al precedente paragrafo.

In caso di partecipazione dei beneficiari in forma associata, mediante una delle forme di aggregazione ammissibili, il massimale è di euro 50.000.

Bando e modulistica

Scroll Up

Questo sito utilizza i cookies. Utilizzando il nostro sito web l'utente dichiara di accettare e acconsentire all’utilizzo dei cookies in conformità con i termini di uso dei cookies espressi nella nostra cookie policy. Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi